Archivi: Sentieri

S. Romolo – Termini di Perinaldo – Coldirodi

Dal prato di S. Romolo si sale sull’antica mulattiera sino alla loc. Colla Termini di Perinaldo (quota 984), quindi ci si volge a sud, toccando i monti Caggio (vetta 1.089,6 m, sito archeologico che merita una variante) e Carparo (905,7 m), dove si apre una scenografia  a tutt’ampiezza verso le colline sottostanti, la costa e il mare.

Si continua a scendere lungo la cresta Croce di Padre Poggio sino a raggiungere il borgo di Coldirodi (quota 254 m) e innestarsi quindi sulla percorrenza madre del Sentiero Liguria.

  • Dislivello:+ 225,  – 746
  • Lunghezza: 9 km
  • Difficoltà: E (media)

Anello attorno a M. Ceppo

Dall’ampia area prativa in loc. Fascia Runda (quota 1.500 m) si imbocca ad ovest il sentierino che risale il crinale in direzione dell’anticima a nord del M. Ceppo (quota 1614,2) dove la vista eccezionale spazia a 360°.

Ci volgiamo a sud e nella selletta (quota1.592 m) prendiamo a destra la discesa del versante prativo ovest del M. Ceppo (sequenza geologica e prateria pascoliva). Arrivati c.a quota 1.500 m ci dirigiamo per un tratto verso est, cingendo un lato del monte, poi risaliamo lungo il crestino allungato a sud, arrivando in cima al monte (1.626,88 m). Proseguiamo verso nord sino alla selletta e  poi a destra sulla traccia nel prato, che va a  ricongiungersi al punto di partenza.

  • Dislivello: + 241,88, – 241,88
  • Lunghezza: 3 km
  • Difficoltà: E (medio-facile)

Anello attorno M. Bignone

Dal parcheggio adiacente lato ovest alla galleria Brunengo (quota 896,2) si sale sul crinale sino a quota 951 m dove al bivio si imbocca il sentiero che risale il boscato versante ovest del M. Bignone, andandone a lambire per lungo tratto la base delle scenografiche pareti rocciose (di interesse geologico) e raggiungendo quindi più a nord la loc. Cima delle Saline (quota 1.023,5). Da qui ci si volge verso sud mantendosi a ridosso del crinale boscato sino a raggiungere la panoramica Cima del M.Bignone (1.299 m, sito archeologico). Il ritorno al punto di partenza è in discesa lungo il Sentiero Liguria- variante.

  • Dislivello: + 404, – 404
  • Lunghezza: 8,4 km
  • Difficoltà: E (media)

 

Anello S. Romolo- M. Caggio – Pian del Re

Dal prato di S. Romolo (Sanremo) ci si dirige verso le ex Colonie, quindi all’incrocio tra  S.P. per Perinaldo e strada M. Ortigara, che si segue per c.a 200 m sino ad imboccare il sentiero che risale il versante boscato. Si supera l’area della ex cava di arenaria e si arriva sul crinale (quota 970 m) nei pressi della deviazione per M. Caggio.Giunti alla sommità del monte (1089 m) ci si prospetta una eccezionale visuale panoramica e la scoperta di antiche frequentazioni.

Ritorniamo sul crinale che si allunga verso nord sino ai Termini di Perinaldo, quindi, osservando la sequenza vegetazionale, raggiungiamo i Termini di Baiardo (930 m), da dove imbocchiamo il sentiero a scendere sulla sinistra per raggiungere la località Pian del Re (quota 880 m), importante sito archeologico.

Per il ritorno risaliamo di nuovo ai  Termini di Baiardo e seguiamo il sentiero REL n. 3 che ci riporta al prato di S. Romolo.

  • Dislivello: + 390, – 370
  • Lunghezza: 9 km
  • Difficoltà: E (medio-facile)

10 – Le Creste

Il tracciato, molto panoramico, borda il crinale ad ovest e da esso si dipartono i percorsi n. 11, 12, 13, e 14, che scendono in direzione E/SE. Non presenta particolari difficoltà se non in un tratto di c.a 30 m dove bisogna spingere la bicicletta per la forte pendenza e in alcuni singoli passaggi su delle lastre di pietra. Arrivati a sud sino al M. Carparo è possibile, per il ritorno, utilizzare la discesa che, attraversata la carrabile, si va ad agganciare al percorso N. 20

  • Inizio/start: Galleria Brunengo
  • Fine/end: M. Carparo (e in prosecuzione innesto a N. 20)
  • Difficoltà /difficulty: azzurro (cross country)
  • Lunghezza/ length: 5,5 km
  • Dislivello /elevation change: + 140 m, -170 m


 

12 – Cinque Stelle

E’ il percorso più “flow” della zona: nessuna particolare difficoltà  e tanto piacevole divertimento nel far scorrere la bici in un bel bosco di castagni

  • Inizio/start: Le Creste
  • Fine/end: S.P.61
  • Difficoltà/difficulty:azzurro (cross country)
  • Lunghezza/ length: 0,5 km
  • Dislivello /elevation change: – 125 m

 

13 – Up and Down

Tecnico ed impegnativo, con alcuni tratti ripidi e tortuosi, grande divertimento per i più bravi e sicura soddisfazione per tutti gli altri

  • Inizio/start: Le Creste (M. Carparo)
  • Fine/end: Curva Marzocco
  • Difficoltà/difficulty: rosso (enduro)
  • Lunghezza/ length: 1 km
  • Dislivello /elevation change: – 180 m

 

14var – Tubi variante alta

E’ molto bello iniziare dal Monte Carparo la discesa che, dopo alcuni tratti tecnici, si collega al percorso 14 in direzione di Coldirodi, consentendo il rientro in città. Mai banale e molto vario nelle difficoltà, è sicuramente uno dei tracciati più interessanti ed impegnativi.

  • Inizio/start: M. Carparo
  • Fine/end: a nord di Coldirodi
  • Difficoltà/difficulty: rosso (enduro)
  • Lunghezza/ length: 3,6 km
  • Dislivello /elevation change – 500 m

14 – Tubi

Percorso molto tecnico ed esposto con numerosi ostacoli, scende diretto verso Coldirodi, consentendo poi il rientro in città

  • Inizio/start: Curva del Marzocco
  • Fine/end: a nord di Coldirodi
  • Difficoltà/difficulty: rosso (enduro)
  • Lunghezza/ length: 3, 3 km
  • Dislivello /elevation change: – 400 m

20 – St. Carini / Cancelletti

Il percorso si sviluppa, con andamento quasi pianeggiante e senza particolari difficoltà, in direzione sud sotto la strada comunale M. Ortigara, con la quale infine si collega con breve raccordo in salita. Viene utilizzato per raggiungere tutti i sentieri che scendono verso i sobborghi di Sanremo. E’ in progetto la sua prosecuzione sino a raggiungere la Curva del Marzocco

  • Inizio/start: Prato S. Romolo
  • Fine/end: strada M Ortigara (sino a curva Marzocco in progetto)
  • Difficoltà/difficulty: verde
  • Lunghezza/ length: 2,8 km
  • Dislivello /elevation change: nullo